Guida turistica Basilicata

Basilicata da esplorare!

Servizi di guida turistica pensati per te

Matera

La città dei Sassi di Matera, abitata sin dall’alba dell’umanità è uno spettacolo di incredibile bellezza.

Tricarico

Città Arabo-Normanna, uno dei centri storici medioevali meglio preservati in Basilicata.

Pisticci

La città bianca della Basilicata immersa tra i calanchi Lucani.

Castelmezzano

Arroccata sulle Dolomiti Lucane è uno dei borghi più belli d’Italia

Pietrapertosa

Il quartiere saraceno più alto della Basilicata arroccato sulle Dolomiti Lucane. Bellissima.

Metaponto

Un salto in Magna Grecia per scoprire parte della storia affascinante di questa regione.

Nota: ogni servizio di guida che vedi su questa pagina è strettamente personalizzabile. Non esitare a contattarmi!

Diciamoci la verità

Una buona parte dei turisti che giungono in Basilicata, vengono per visitare Matera. E immancabilmente, alcuni tra loro, pensano che questa faccia parte della Puglia!

Beh diciamo che in effetti Matera è a pochissimi chilometri dal confine con la Puglia. Ed aggiungiamo anche che questa vicinanza la rende anche straordinariamente simile alle città pugliesi.
In effetti Matera ha davvero molto in comune, sono simili ad esempio l’architettura, i colori ed anche il dialetto o l’accento.

Matera

Quindi sebbene Matera sia una porta di ingresso straordinaria, per vedere davvero la Basilicata è necessario addentrarsi un po’.

E per farlo basta un poco di curiosità, e magari una brava guida turistica della Basilicata!😅🤪

Quattro gatti è un bene o un male?

Questa regione raccoglie essenzialmente la popolazione che potrebbe comodamente essere contenuta in un quartiere di Roma… siamo circa 500.000 abitanti e ben distribuiti!

Un tipico paese dell’entroterra collinare

I lucani, si rifugiano per lo più sopra le colline, in piccoli centri e ben distanti gli uni dagli altri! E chissà, forse è proprio grazie a questo isolamento che hanno potuto preservare caratteristiche, riti e tradizioni davvero uniche.

Chi viene in Basilicata lo fa anche perché è una regione tranquilla, dove la natura è ancora molto presente, tra i boschi, i laghi vulcanici e i fiumi a carattere torrentizio dell’entroterra, oppure i due mari così diversi tra loro. Da una parte il mar Ionio con spiagge sabbiose e finissime che fa la felicità di ogni bambino e dall’altra il mar Tirreno con la bellissima Maratea e le sue scogliere tutte da esplorare con pinne e occhiali. La Basilicata ha tante sfaccettature anche culturali ed una guida turistica potrà aiutarvi senza dubbio ad utilizzare al massimo il vostro tempo.

Come si mangia?

Sarà perché c’è tanta natura, ma qui si mangia bene. Forse sono gli ingredienti, forse è la tradizione chissà ma io ho la sensazione che i lucani, sapendo di non potersi muovere troppo agevolmente in una regione così dispersiva, per rendere i loro commerci efficaci hanno dovuto ingegnarsi per creare prodotti di vera eccellenza.

Un paesaggio disegnato dal grano

Ogni città ha la sua specialità, per cui siete invitati oltre che in visita anche a tavola!🍽

La Basilicata e la storia

Dal punto di vista storico, il sud Italia, e quindi anche la Basilicata, ha conosciuto la cultura araba, quella normanna, quella bizantina e quella greca!

E già perché è sempre bene ricordare che l’Italia, prima della scoperta dell’America, era al centro di tutti i traffici del Mediterraneo, e la Basilicata, al centro di questo centro, con le sue foreste e le sue fertili pianure è stata sempre molto ambita dalle popolazioni di passaggio.

Oggi, forse sempre per l’isolamento dei vari abitati, tutte queste tracce sono estremamente ben conservate, per cui non stupirti se spostandoti anche di pochi chilometri ti troverai a viaggiare nel tempo di parecchi secoli.

Avviso ai naviganti

✋Attenzione! ✋

Questo è un avviso che parte dal cuore di una guida turistica della Basilicata per tutti i futuri visitatori!

Se da un lato l’isolamento e l’esiguità della popolazione sono il motivo per la preservazione dei tesori materiali ed immateriali della Basilicata👍, dall’altro ne rendono difficile la fruizione!
Infatti, troppo spesso, e questo capita quasi ovunque, il turista che decida di approfondire la visita di una località deve scontrarsi con orari scomodi e tante porte chiuse.😬

  • Molti siti lucani, a causa di un flusso turistico troppo ridotto, sono aperti solo “su chiamata”, spesso è necessario fare la “chiamata” qualche giorno prima della visita. A volte, raramente per fortuna, la visita può essere non fattibile semplicemente per mancanza di risorse (di personale ad esempio).
  • Un seconda pecca che mi preme mettere in risalto subito è che dalle 13.00 alle 16.00 circa tutti i negozi chiudono, ed in certi giorni lo fanno perfino i ristoranti! Ah e dimentica la pizza a pranzo! Sigh!😭
  • Terza ed ultima nota riguarda il rifornimento di carburante. Se decidi di addentrarti in Basilicata tieni d’occhio il livello del serbatoio della tua auto, perché i borghi più piccoli non hanno la pompa di benzina!

Sono tutte difficoltà facilmente superabili ovviamente (tranne che per la pizza a pranzo!) ma che è bene tener presente per chi vuol venire in Basilicata. Nel 90% delle situazioni basta fare una telefonata a qualcuno del posto come me.

Le cose belle vanno conquistate no? Eh allora buttati! Questa è una ragione in più per scoprire la Basilicata!

Ti aspetto!
Sara 😉🙃😄

La valle del fiume Basento