Guida turistica a Tricarico

Tricarico città arabo-normanna

Visita guidata a Tricarico in compagnia di Sara la guida turistica!

Ciao benvenuto sulla pagina di Tricarico, se sei interessato davvero ad entrare nel cuore della Basilicata non puoi non passare di qui!

Di solito chi si avventura fino in Basilicata è alla ricerca di piccole esperienze speciali, fuori dai soliti percorsi e Tricarico si presta in maniera perfetta allo scopo.

Tricarico c’è ma non si vede

Questa foto mostra il lato ben visibile del paese e più suggestivo

A Tricarico siamo in uno dei centri storici meglio conservati della Basilicata, di impianto arabo e normanno! Questo paese è costruito con “tecnologia stealth” 😁 infatti è invisibile (quasi) agli invasori, ma per gli amici si mostra in tutto il suo splendore come un piccolo presepe in miniatura.

E’ invisibile perché costruito per la maggior parte su un solo lato del territorio collinare che occupa, con il risultato di essere estremamente difficile da scorgere per tutti coloro che sono dal lato opposto a quello edificato.

Oltre a questo, il colle su cui sorge Tricarico, è circondato a sua volta da altri colli vicinissimi, anche più alti. E’ quasi come se Tricarico fosse stata messo all’interno di una trincea. Ma non poggiandola a terra! Bensì posta su uno sgabello. E non su uno sgabello normale, no! Lo sgabello pende da un lato, magari ha tre gambe ed una è più corta delle altre, per cui se pure si dovesse entrare nella trincea, la città sarebbe ancora poco visibile perché nascosta dallo sgabello stesso. E comunque per conquistarla bisognerebbe prima superare la trincea, e poi scalare anche lo sgabello, punto dal quale, per inciso, si vede e si controlla tutto il territorio!

Collocazione di Tricarico

In effetti giungendo a Tricarico dalla Basentana, ossia dalla superstrada che attraversa l’intera Regione, sarà davvero difficile scorgere alcunché, ed anche giungendo dalla strada interna Matera -Tricarico, questi apparirà come una sottile striscia sull’orizzonte. Al contrario, provenendo dalla strada dei boschi, ossia dal percorso più accidentato ed inattaccabile, Tricarico potrà essere ammirata con le sue magnifiche tre torri in tutto il suo splendore.

Il centro storico di Tricarico con una guida turistica

La Torre Normanna con dei minuscoli visitatori 😁

Addentrandoci per le vie di Tricarico, scopriremo insieme l’importanza strategica di questo luogo, e salendo sulla Torre Normanna, che è il punto più alto e più suggestivo della città, potremo osservare (e controllare militarmente) un territorio vastissimo. Dalla valle del Basento alle Dolomiti Lucane tutto è a portata di sguardo.

Il centro storico, molto esteso e in buona parte abitato, è diviso in due. C’è una parte araba, che si caratterizza per il dedalo di vicoli tortuosi ed una parte normanna, molto più razionale ed “urbanisticamente efficiente”. Beh lo è, almeno in termini antichi!

Tricarico città d’arte

E poi, finalmente, apriamo lo scrigno. Questo borgo custodisce dei tesori insospettabili. Qui da circa mille anni ha sede la Diocesi di Tricarico. Questo ha permesso, nei secoli, la costruzione e la conservazione di edifici di valore inestimabile e la raccolta di importanti manufatti.

Ti condurrò infatti nella Chiesa di Santa Chiara, una delle chiese più suggestive di tutta la collina materana, con un soffitto ligneo con intagli in oro zecchino ed una cappella completamente affrescata. In questo ambiente, potremo ammirare il manierismo del pittore Pietro Antonio Ferro ed apprezzare la potenza delle Clarisse che qui venivano a pregare. La chiesa infatti fa parte di un gigantesco convento di clausura che sorge lì proprio dove prima c’erano i soldati.

Ovviamente non è finita, perché tra i monumenti più importanti c’è anche la Cattedrale. Si tratta di un edificio costruito di mattoni ed eventi storici. Qui, infatti, sono ben visibili i segni delle epoche passate attraverso gli stemmi dei vescovi che si sono succeduti. La cattedrale è stata edificata nella zona “bene” della Tricarico medioevale, infatti qui si concentravano tutti gli edifici di prestigio, dalla curia vescovile, ai palazzi dei nobili, alla piazza cittadina ed al palazzo ducale.

Eh sì, vescovi e duchi importanti. Tricarico è stato tra i possedimenti dei Sanseverino, conti del feudo per quasi 400 anni! Oggi però, nelle sale del palazzo ducale, non ci sono oggetti medioevali come si potrebbe supporre ma qui sono ospitati reperti archeologici favolosi di una epoca molto precedente, parliamo del V Sec a.C.

I musei di Tricarico

Nelle sale del palazzo ducale è possibile ammirare i reperti archeologici rinvenuti nell’area circostante. Questi provengono essenzialmente dal sito di Civita, a 10 km dall’abitato, un fiorente insediamento umano così grande da avere addirittura 3 cinte murarie. La cosa più notevole però è il contenuto del museo, che è costituito da reperti di genti lucane.

Lungo la costa, soprattutto la costa Ionica, è facile rinvenire reperti di cultura greca, infatti questa zona e tutto il territorio che dalla costa arriva fino alle prime pendici collinari, è stata parte della Magna Grecia. Invece Tricarico, rimasto piuttosto isolato dalla Magna Grecia, è custode di manufatti “autoctoni” che riflettono i costumi degli originari lucani.

Scavi presso il sito di Civita a 10 km dall’abitato

Tricarico non ha solo un museo archeologico, ma anche un museo diocesano, che è quanto di meglio si possa desiderare per attraversare e comprendere gli ultimi mille anni di storia!

Vengo spesso in questo museo, perché si respira arte qui. Ci sono tele, manoscritti, libri stampati, argenti lavorati con maestria, crocifissi, statue, tessuti ed ognuno parla con il suo linguaggio, il suo materiale ed i suoi colori, ed ognuno racconta una storia diversa.

La poesia

E che le storie si sappiano raccontare a Tricarico è risaputo, anzi, a Tricarico abbiamo avuto anche un poeta che ormai è studiato e tradotto sia in Italia che all’estero.

Si tratta di Rocco Scotellaro: il nostro amato poeta, scrittore, studioso, sindaco, e soprattutto simbolo della voce contadina di tutti i paesi che come Tricarico hanno sopportato il latifondo e cercato riscatto con la riforma agraria.

Scotellaro forse rappresenta ancora un sapere troppo di nicchia, ma è di sicuro una grande gioia per me contribuire a far conoscere il più possibile questa figura simbolo per la città. La Basilicata dopo tutto è anche questo, è la voce dei suoi stessi abitanti.

La cucina

Ci sono tante eccellenze, primo tra tutti il salame tricaricese. I salumi di Tricarico sono impareggiabili! Non ci credi? Un motivo in più per venire a provarli di persona!
E poi l’olio, lo zafferano, il tartufo, i funghi porcini, il panettone (e sì pure quello), il miele e tanto altro!

La raccolta dello zafferano

Conclusioni

Insomma, questo e tanto altro è quello che ti aspetta nel cuore della Basilicata!! E Tricarico che ha tantissimo da offrire, non aspetta altro che di essere scoperta.

Contattami, ti aspetto per un servizio di guida turistica a Tricarico!
Sara

Come si svolge un servizio di guida turistica a Tricarico?

Informazioni di base

  • Il percorso guidato consigliato a Tricarico dura circa due ore e mezzo
  • In caso di gruppo numeroso utilizzerò un amplificatore vocale per farmi ascoltare meglio

Cosa potremo visitare insieme a Tricarico?

Visione dell’area Saracena con l’omonima torre di avvistamento
  • Il rione normanno
  • Il rione arabo
  • Il castello e la torre normanna
  • La chiesa di Santa Chiara
  • La cattedrale
  • La tomba di Rocco Scotellaro
  • Il convento del Carmine
  • Il museo diocesano
  • Il museo archeologico

Chiaramente è impensabile visitare Tricarico con un servizio di guida turistica in meno di una giornata intera! Per cui potremo concordare insieme quali sono le tappe più adatte a te ed anche modificare la durata della visita.

I fattori in gioco sono anche la disponibilità dei siti, il tempo meteorologico, e l’eventuale difficoltà del percorso 🙃 ma non preoccuparti: una guida turistica è ben felice di risolvere tutti i dubbi!

Perché dovrei partecipare?

  • Perché potrai immergerti interamente all’interno di una Città d’Arte – Tricarico è infatti annoverata tra le città d’arte
  • Per scoprire cosa può nascere dall’incrocio tra due culture così diverse come quella araba e quella normanna
  • Perché a Tricarico, con una guida turistica al tuo fianco, potrai accedere a luoghi normalmente chiusi al pubblico
  • Perché solo qui potrai abbracciare in uno scatto panoramico, Fiumi, Dolomiti e Medioevo!
  • Per ammirare affreschi fantastici e, ai più, sconosciuti
  • Per conoscere l’animo di un poeta lucano i cui versi e le cui azioni sono ancora attuali

Alcune recensioni

Salvatore Nastasia

⭐⭐⭐⭐⭐

Buongiorno…. Come gruppo GUZZISTI DI TARANTO abbiamo visitato il borgo di TRICARICO e grazie alla guida di SARA abbiamo scoperto e conosciuto in una maniera che consiglio, la cittadina….. Grazie ancora SARA…

Verifica la recensione di questa guida turistica a Tricarico

Nicoletta Altomare

⭐⭐⭐⭐⭐

Grazie Sara per la tua guida competente e coinvolgente per noi adulti e per i nostri ragazzi! Tricarico è stata per noi…una piacevole scoperta 🙂

Verifica la recensione di questa guida turistica a Tricarico

Milena Mancino

⭐⭐⭐⭐⭐

Ottima esperienza per l’uscita programmata dell’associazione “Sava cè” presso Tricarico (Mt) nel giorno 2 Giugno 2019, con la nostra guida turistica Sara Loreto, che ringraziamo per la sua professionalità, preparazione e cortesia. Torneremo in questo bellissimo borgo.

Verifica la recensione di questa guida turistica a Tricarico

Sintesi

  • Questo è un tour dedicato a Tricarico in compagnia di una guida turistica esperta.
  • Durante il percorso visiteremo il castello normanno e salirai sulla Torre Normanna di Tricarico per un panorama mozzafiato.
  • Poi ti accompagnerò presso la Cappella del Crocifisso di Santa Chiara, interamente affrescata da Pietro Antonio Ferro.
  • Insieme ci addentreremo nel quartiere normanno per poi passare a quello arabo ed apprezzarne le differenze più significative.
  • Se poi lo vorrai potremo approfondire la visita guidata con una visita alla Cattedrale, al Museo Diocesano, al Convento del Carmine, al Museo Archeologico o alla tomba di Rocco Scotellaro.

Condizioni generali

Cosa è incluso?

  • Guida turistica esperta.. sono io!! 😀

Cosa non è incluso?

  • Mance (solo se sono stata davvero brava!)
  • Cibo e bevande
  • Biglietti di ingresso (prezzo a persona):
    • Torre Normanna: 2,00€

SARA LORETO
Guida turistica in Basilicata

Dal 2016 mi sono lanciata a capofitto nel mondo del turismo rurale. Adoro la Basilicata e l’essere una guida turistica autorizzata mi riempie di orgoglio. Diventarlo è stato un percorso tortuoso ma questo è stato un piccolo prezzo da pagare se penso che oggi ho il piacere di incontrare di continuo persone simpatiche, curiose e piene di vita. Amo Matera, amo questa terra, e il mio sogno è farla conoscere a tutti!

Consigli utili per una visita guidata di Tricarico

Hey clima! Come mi vesto?

Tricarico ha un micro-clima tendente al “frescolino” 😄.

In Estate il caldo può essere fastidioso, ma grazie ai 700 metri di altitudine non diventa mai insopportabile come a Matera. In inverno invece inizia il periodo delle nebbie, soprattutto serali, e del venticello a “rasoio”!

Quindi per l’Estate consiglio un bel completo leggero: cappello parasole, protezione solare e bottiglietta d’acqua. Considera anche che durante il percorso visiteremo luoghi che, a causa della muratura spessa, presentano degli sbalzi di temperatura killer!☠️ Quando fa molto caldo porta comunque qualcosa con cui coprire le spalle, il tuo fisico ti ringrazierà!👍
E per affrontare l’Inverno consiglio invece qualcosa di adatto a queste altitudini: cappellino di lana, sciarpa e un paio di guanti non guastano!

Invece durante le mezze stagioni il clima che si respira a Tricarico è davvero molto piacevole e tende al fresco, l’unico problema potrebbe essere un po’ di vento nelle giornate più agitate, ed in tal caso una giacca a vento dovrebbe metterti a riparo da tutti i guai!

Tricarico non è tacco-friendly!

Così come non lo è tutta la Basilicata!! Per cui è fondamentale che tu scelga delle calzature comode e che abbassino il rischio di farti cadere. Quindi divieto assoluto di tacchi, infradito, pantofole e simili.

Purtroppo parlo per esperienza personale, sul selciato di un centro storico, si rischia davvero di farsi male con poco. Nel quartiere arabo di Tricarico c’è ancora la mia sagoma disegnata sul lastricato!

Ed in ogni caso, un paio di scarpe scomode è il modo migliore per rovinarsi la visita guidata poiché avrai più la testa sulla tua stanchezza che sulle bellezze di Tricarico.

Come faccio a prenotare il servizio di guida turistica a Tricarico?

Se preferisci il telefono ti basterà comporre il mio numero di cellulare, ma se sei più da penna e calamaio potrai contattarmi tramite WhatsApp o e-mail. Ovviamente, troverai tutto sulla mia pagina contatti! 😉
A presto!

Potrebbero interessarti

Pisticci
Pietrapertosa
Metaponto
Castelmezzano

RICHIESTA INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Puoi chiamarmi subito, scrivermi su WhatsApp al 380.1494812 oppure utilizzare questo form per richiedere informazioni/prenotare la visita guidata che ti interessa.

La compilazione di questo form NON è vincolante all’acquisto della visita guidata e non comporta l’acquisto di alcun servizio. In seguito ti ricontatterò per tutte le indicazioni richieste o per le informazioni necessarie ad effettuare la prenotazione. Per qualsiasi dubbio o perplessità ricorda che sono qui per te!